mercoledì 2 maggio 2012

La ninfomane seriale colpisce ancora: costringe un uomo a 36 ore di sesso

Un altro colpo messo a segno per la ninfomane seriale. La donna, già nota per aver "abusato" di un deejay costringendolo ad un'estenuante maratona sessuale ha reiterato nel reato e questa volta la vittima è un giovane africano trovato in strada, in lacrime, da alcuni passanti. Dopo aver adescato il giovane su un autobus, la signora di 47 anni lo ha inviatato a casa sua dove lo ha costretto a fare sesso per 36 ore in cui ha chiesto continue prestazioni riducento il 31enne ad uno schiavo. Chiuso in un appartamento senza telefono per un giorno intero, l'uomo è stato ritovato in lacrime sul ciglio della strada. Quando gli agenti si sono recati nell'appartamento della donna avrebbe addirittura proposto di fare sesso di gruppo. Secondo quanto riportato dal quotidiano Tz ora la donna sarebbe di nuovo in cura in una clinica psichiatrica; alla base di tale malessere ci sarebbe l'irrefrenabile voglia di avere un figlio.

2 commenti:

  1. perche' non prende meeeeeeeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  2. forse perchè tu non ce la faresti a reggerla ^__^

    RispondiElimina